Close Roche

Monitoraggio in continuo del glucosio

Il controllo metabolico ottimale


Le persone con diabete hanno come obiettivo il raggiungimento di un controllo metabolico ottimale, ovvero mantenere la glicemia entro il target prestabilito, riducendo il rischio di episodi di ipo o iperglicemia senza che questo incida significativamente sulla propria qualità di vita.

Il monitoraggio continuo del glucosio aiuta i pazienti diabetici a gestire la propria patologia mediante il controllo dei valori del glucosio offrendo un quadro completo dell’andamento glicemico e portando un significativo miglioramento nella loro qualità di vita.

È indicato per pazienti con Diabete scarsamente controllato ed elevata variabilità glicemica, ipoglicemie frequenti o inavvertite.

I risultati migliori nell’utilizzo di un sistema per il monitoraggio in continuo si raggiungono solo quando si è bene informati sul sistema che si utilizza e sulla sua gestione, se ne conoscono i rischi, i benefici, la corretta procedura di inserimento del sensore e la corretta interpretazione di tutti i dati e segnali a disposizione.

In particolare è importante sapere che i sistemi di monitoraggio in continuo misurano il glucosio nel liquido interstiziale che si trova tra le cellule dell’organismo. Pertanto si possono riscontrare delle differenze fisiologiche tra i valori del glucosio misurati nel liquido interstiziale e nel sangue capillare; tali differenze sono maggiormente evidenti nei momenti in cui si hanno rapide variazioni nella glicemia (ad esempio dopo un pasto, dopo l’assunzione dell’insulina o dopo l’attività fisica). Infine i livelli del glucosio nel liquido interstiziale arrivano ad equiparare quelli nel sangue alcuni minuti dopo.

Oltre ai sistemi per il monitoraggio in continuo transcutanei o tradizionali, è da poco disponibile anche un sistema impiantabile.

Il sistema può essere utilizzato per la misurazione continua dei livelli di glucosio interstiziale in soggetti adulti (età superiore a 18 anni) affetti da diabete, per tutta la durata operativa del sensore e aiuta a:

  • favorire la gestione del diabete;
  • fornire i valori del glucosio in tempo reale;
  • fornire informazioni sulla tendenza del glucosio;
  • fornire avvisi per il rilevamento e la previsione di episodi di glicemia bassa (ipoglicemia) e alta (iperglicemia).
  • Il sistema è adatto ad essere usato come dispositivo aggiuntivo per completare, e non sostituire, le informazioni ottenute dai dispositivi standard per il monitoraggio del glucosio nel sangue che si usano in casa.

Il sensore


Il sensore viene impiantato sottocute, sulla parte superiore del braccio, durante una seduta ambulatoriale della durata di pochi minuti.

Il sensore ha una durata massima di 180 giorni


Il sensore viene impiantato sottocute, sulla parte superiore del braccio, in una seduta ambulatoriale della durata di pochi minuti. Per l’inserzione è sufficiente un’incisione di pochi millimetri e l’impianto viene eseguito in anestesia locale.
Il sensore misura il glucosio nel liquido interstiziale. I livelli del glucosio vengono calcolati dal trasmettitore e inviati all’app.

Il sensore è simile ad un fluorimetro in miniatura, in quanto si tratta di un polimero fluorescente esclusivo, incapsulato in un materiale biocompatibile, che rileva la presenza di glucosio nel liquido interstiziale e ne deriva direttamente la quantità utilizzando l’intensità della luce fluorescente emessa. Infatti all’interno del sensore si trova anche un diodo ad emissione luminosa che, quando eccitato dal polimero, trasforma rapidamente le variazioni della concentrazione del glucosio interstiziale in variazioni nell’emissione di segnali luminosi, che vengono infine inviati al trasmettitore e quindi all’app.

Le misurazioni vengono eseguite automaticamente e non richiedono alcun intervento da parte del soggetto che indossa il sistema.

Il sensore misura circa 3,5 mm x 18,3 mm ed è dotato di un anello in silicone che rilascia nel tessuto circostante una piccola quantità di desametasone acetato, un farmaco antinfiammatorio steroideo, con l’obiettivo di ridurre al minimo la risposta infiammatoria locale.

Il sensore ha una durata massima di 180 giorni.

Il trasmettitore


Il trasmettitore viene posizionato sul braccio sul punto dove il sensore è stato impiantato ed effettua letture automatiche ogni 5 minuti. Viene fissato alla pelle con un cerotto biadesivo monouso che viene sostituito ogni giorno. Il cerotto biadesivo è stato studiato per essere sostituito quotidianamente ed è dotato di un lato adesivo che si attacca al retro del trasmettitore e da un lato adesivo in silicone che si attacca alla pelle.
Il trasmettitore viene posizionato sul braccio sul punto dove il sensore è stato impiantato ed effettua letture automatiche ogni 5 minuti. Viene fissato alla pelle con un cerotto biadesivo monouso che viene sostituito ogni giorno. Il cerotto biadesivo è stato studiato per essere sostituito quotidianamente ed è dotato di un lato adesivo che si attacca al retro del trasmettitore e da un lato adesivo in silicone che si attacca alla pelle.

Rimovibile e semplice da usare


È interamente rimovibile e semplice da utilizzare, rendendolo compatibile con qualsiasi tipo di attività, da una cena fuori o una banale passeggiata ad un’attività sportiva agonistica. Può infatti essere rimosso e riapplicato ogni volta che si desidera, senza sprecare sensori.

È impermeabile fino alla profondità di 1 m per 30 minuti e può quindi essere indossato anche in piscina, durante il bagno o la doccia.

Il trasmettitore è dotato di una batteria ricaricabile e può essere riutilizzato fino a un anno.

Per garantirne il funzionamento per le successive 24 ore, è sufficiente ricaricare la batteria del trasmettitore per circa 15 minuti al giorno utilizzando una comune presa elettrica a muro.

Il trasmettitore alimenta il sensore, calcola i valori di glucosio e invia i dati in modalità wireless, tramite Bluetooth alla app. Il sistema invia allarmi, avvisi e notifiche relativi ai valori del glucosio visibili in qualsiasi momento sull’app dello smartphone. Quando trasmettitore e dispositivo mobile non si trovano all’interno del raggio d’azione l’uno dell’altro, i dati acquisiti dal trasmettitore vengono memorizzati e inviati alla app quando i due dispositivi torneranno ad essere nel raggio d’azione.

Il trasmettitore inoltre fornisce avvisi mediante vibrazioni direttamente sul braccio, in base alle impostazioni dei valori di glucosio scelte dall’utente, consentendo anche quando il dispositivo mobile non è nelle vicinanze di essere avvertiti in caso di necessità (ad esempio in caso di valori bassi o alti).

L'APP


L’app è un’applicazione software che funziona su dispositivi mobili (ad esempio smartphone o tablet), che riceve i dati dal trasmettitore e mostra le misurazioni del glucosio rilevato dal sensore in tempo reale.
Eversense Kit

Unitamente al valore di glucosio interstiziale, sull’app vengono visualizzate le frecce di tendenza, ovvero la velocità e la direzione di variazione, permettendo di monitorare se i valori del glucosio stanno salendo o scendendo e a quale velocità.

L’utilizzatore quindi, può vedere sull’app la curva relativa all’andamento della sua glicemia nel tempo e anche altri grafici di facile comprensione.

E’ inoltre possibile consultare la cronologia dei valori del glucosio e le statistiche e registrare altri dati quali pasti, attività fisica e assunzione di insulina.

Inoltre, attraverso l’app, l'utilizzatore viene avvertito attraverso suoni e vibrazioni differenti personalizzabili prima che i livelli di glucosio raggiungano valori troppo elevati o troppo bassi, sulla base delle impostazioni scelte dall’utente.

L’app infatti, non solo invia avvisi quando si raggiungono i livelli di glucosio basso o alto preimpostati (ipoglicemia o iperglicemia), ma consente anche l’impostazione di algoritmi predittivi che avvertono l’utilizzatore della probabilità di incorrere in episodi ipo o iperglicemici.

La app comprende inoltre una funzione opzionale per il monitoraggio in remoto. Questa funzione consente di vedere i dati del CGM in un secondo momento e permette ad altre persone (es. genitori, caregiver) di visualizzare i dati in remoto, per una maggior serenità e sicurezza degli utilizzatori.

Il sistema può essere utilizzato abbinato ad un micro infusore o stand-alone per i pazienti in terapia multiiniettiva.

Centri di diabetologia dove sono presenti medici certificati per l'inserimento del sensore impiantabile.




Per maggiori informazioni sulla gestione del diabete con un sensore impiantabile chiedi al tuo diabetologo.